dist-personalita

I primi segnali di un possibile disturbo di personalità appaiono in tarda adolescenza e nella prima età adulta e tendono a rimanere stabili nel tempo.
I sintomi generali del disturbo sono da rintracciarsi nell’incapacità di adattamento alle diverse situazioni di vita, nella rigidità a trovare alternative valide per la risoluzione di problemi e nella tendenza a rispondere in modo inappropriato, fino al punto che le relazioni familiari, con i colleghi e con gli amici risultano difficoltose, conflittuali e quindi evitate.

Tra i diversi sintomi ritroviamo l’insoddisfazione e la sofferenza rispetto all’esistenza, ansia, sintomi depressivi, abuso di sostanze o disturbi alimentari.

Inoltre i soggetti che presentano un Disturbo di Personalità non cercano aiuto specialistico perché i loro disturbi sono così in armonia con la loro personalità da far risultare il soggetto ignaro del suo disturbo stesso, piuttosto tende a ritenere che i suoi problemi siano causati da altre persone o da circostanze della vita sulle quali non ritengono di avere controllo.

Sono quindi i familiari o gli amici a segnalarli ai servizi psichiatrici dato che il loro comportamento causa difficoltà significative ad altre persone e quando loro stessi cercano aiuto non è tanto per i sintomi del disturbo di personalità quanto per altri per es. ansia, depressione ecc..

I Disturbi di Personalità si differenziano rispetto alla gravità e sono stati classificati raggruppati, secondo la più diffusa classificazione psicopatologica, in tre categorie:

Cluster A: Disturbi di personalità caratterizzati dal comportamento bizzarro

Disturbo paranoide di personalità: il soggetto che ne soffre tende spesso a pensare che gli altri si comportino malevolmente nei loro confronti, per questo motivo sono persone molto sospettose.
Disturbo schizoide di personalità: il soggetto è molto riservato, distaccato dagli altri e non ha alcun interesse ad entrare in contatto con gli altri.
Disturbo schizotipico di personalità: persone eccentriche che tendono ad interpretare la realtà anche attraverso intuizioni magiche.

Cluster B: Disturbi di personalità caratterizzati da un’alta emotività

Disturbo borderline di personalità: il soggetto presenta comportamenti e pensieri instabili e impulsivi sia rispetto alle relazioni con gli altri sia all’idea che ha di se stesso. E’ spesse volte correlata l’assunzione di sostanze e l’attuazione di comportamenti estremi.
Disturbo istrionico di personalità: è dominante il tratto seduttivo e il modo teatrale e marcato di manifestare le proprie emozioni.
Disturbo narcisistico di personalità: domina il sentimento di essere migliore di tutti, la ricerca di ammirazione da parte degli altri e il pensiero che tutto gli sia dovuto, data l’importanza che il soggetto si attribuisce.
Disturbo antisociale di personalità: il soggetto non ha alcun rispetto delle leggi e dei valori socialmente condivisi, viola i diritti degli altri, non prova senso di colpa per i crimini commessi.

Cluster C: Disturbo di personalità caratterizzato da condotte ansiose o inibite

Disturbo evitante di personalità: il soggetto evita in modo assoluto le situazioni sociali per la paura dei giudizi negativi degli altri, presentando quindi una marcata timidezza.
Disturbo dipendente di personalità: eccessivo bisogno di essere accudito da parte degli altri, delegando quindi tutte le proprie decisioni.
Disturbo ossessivo compulsivo di personalità: marcata tendenza al perfezionismo ed alla precisione, una forte preoccupazione per l’ordine e per il controllo di ciò che accade.

 COSA FARE? 

Non scoraggiarti, oggi con i nuovi protocolli di cura la psicoterapia è efficace per il trattamento dei disturbi di personalità.

 

Puoi curare i disturbi di personalità presso lo Studio della Dott.ssa Caimi, sito in Marsala (provincia di Trapani) in Via Curatolo, 31.