Presso lo studio della Dott.ssa Caimi hai la possibilità di “vedere con i tuoi occhi” la misura oggettiva del tuo malessere psicologico e il miglioramento dato dalla psicoterapia!

 COME? 

mindlab setAttraverso l’uso del MindLab Set, innovativa strumentazione psicofisiologica, otterrai:

Un tracciato con la misurazione oggettiva del malessere e le cause (cognitive, comportamentali, emotive) che lo determinano
Informazioni oggettive del livello di ansia o attivazione emozionale (arousal)
Capacità di riconoscere le situazioni che attivano il suo malessere
Capacità di gestire la sofferenza, attraverso l’acquisizione di strategie funzionali
Il record narrativo dell’evoluzione del processo terapeutico

 BASI NEUROBIOLOGICHE 

Lo strumento utilizzato dalla Dott.ssa Caimi è stato brevettato in Italia dal Professore/Dott. T. Scrimali e permette di analizzare l’attività elettrodermica, attraverso la registrazione del livello di microsudorazione dei polpastrelli delle dita.

La microsudorazione è un parametro psicofisiologico correlato alla condizione emotiva di una persona e all’attività di diverse strutture cerebrali (per es. le regioni esecutive nei lobi frontali, i centri coinvolti nei processi emozionali nelle strutture limbiche e nuclei talamici connessi con la elaborazione della informazioni).
Pertanto maggiore sarà lo stato di ansia maggiore sarà il livello di microsudorazione nelle mani.

Lo studio dell’attività elettrodermica fornisce preziose indicazioni su processi cognitivi (aree frontali) emotivi (sistema limbico) e relativi al processamento delle informazioni (strutture talamiche).

 QUALI MIGLIORAMENTI? 

Ansia

riduzione dei pensieri disfunzionali (per es. preoccupazione/paura/dubbi) e sviluppo di competenze di coping funzionali

Disturbo bipolare

prevenzione delle ricadute tramite monitoraggio dell’attivazione emotiva; riconoscimento delle situazioni che attivano i sintomi

Disturbi dell’alimentazione

rieducazione alimentare nell’anoressia e nella bulimia; acquisizione dell’autocontrollo emotivo finalizzato al coping nei confronti delle abbuffate

Dipendenze da sostanze e comportamenti

gestione del craving, del bisogno irrefrenabile della sostanza o dell’oggetto

Depressione

gestione dei sentimenti di tristezza, sviluppo delle capacità decisionali e di problem solving

Disturbi del sonno

riconoscimento dei pensieri disfunzionali e la relativa attivazione emozionale.

Schizofrenia

coping delle allucinazioni e gestione della stress diathesis

Psicosomatica

per es. in gastroenterologia, trattamento del colon irritabile; nell’ipertensione riduzione dei valori pressori; trattamento del dolore: miglioramento del coping grazie all’apprendimento della riduzione dell’attivazione emotiva

 PER SINTETIZZARE 

Le caratteristiche pregnanti di questo approccio terapeutico sono:

Mirato allo scopo

All’inizio della terapia, previa una approfondita valutazione diagnostica, vengono concordati gli obiettivi da raggiungere, viene stabilito un piano di trattamento che si adatti alle esigenze del singolo, vengono previsti i tempi e le modalità di verifica per il raggiungimento dei cambiamenti auspicati.

Attivo e collaborativo

Terapeuta e paziente lavorano insieme per riconoscere e modificare le modalità di pensiero a partire dalle quali si originano i problemi emotivi e di comportamento. Il terapeuta propone le strategie cognitive e comportamentali per la soluzione dei problemi, il paziente avrà il compito di mettere in pratica le strategie apprese durante gli incontri nello spazio tra una seduta e l’altra.

Centrato sul paziente

Il lavoro terapeutico, soprattutto quando mirato alla soluzione di sintomi specifici, si basa sull’elaborazione di quello che succede nella vita attuale della persona. L’attenzione al passato e alla “storia” personale è sicuramente importante in fase diagnostica e in alcune categorie di intervento, ma normalmente la terapia cerca innanzi tutto di far uscire il paziente dai paradossi mentali in cui è caduto.

A breve termine

In genere gli interventi variano, in funzione del tipo di problema, dai tre ai dodici mesi. In ogni caso i cambiamenti vengono monitorati a scadenze prestabilite in partenza, ed è quindi possibile la valutazione dell’efficacia dell’intervento.

Integrabile e flessibile

Nei casi di particolare gravità si presta, per le ragioni viste sopra, a sinergie con il trattamento psicofarmacologico. Esso rappresenta inoltre un riferimento teorico e strategico centrale nei programmi complessi di riabilitazione psicosociale per pazienti psichiatrici.

Efficace a lungo termine

Come già affermato in precedenza le tecniche cognitivo-comportamentali si prestano facilmente a una misurabilità dei risultati che riescono ad ottenere. Le ricerche effettuate finora, in studi replicabili, dimostrano che, per una vasta gamma di disturbi, i cambiamenti ottenuti con queste tecniche si mantengono a lungo nel tempo.

Innovazione, tecniche efficienti e protocolli di cura all’avanguardia presso lo Studio della Dott.ssa Caimi, sito in Marsala (provincia di Trapani) in Via Curatolo, 31.