Liberta

ANSIA DA ESAMI? 

In questo articolo scopriamo insieme di cosa si tratta, le cause e i rimedi

In natura l’ansia è un’emozione complessa, una condizione fisiologica che attiva l’organismo per affrontare un pericolo, un “esame”. Non è, dunque, solo un malessere ma è un istinto alla sopravvivenza perché ci permette in molti momenti della vita di reagire in modo tempestivo ed efficace. Tuttavia, in alcuni casi come per es. di fronte ad esami scolastici, può diventare un problema perchè non ci permette di concentrarci, prestare attenzione e memorizzare i contenuti importanti.

Di seguito risponderò ad alcune domande che in genere i miei pazienti mi pongono e vi darò alcuni rimedi per gestire gli stati ansiosi.

PERCHE’ CI SENTIAMO ANSIOSI?

Lo stato d’ansia è generato da diversi fattori, in linee generali possiamo dire che è attivato da alcuni pensieri che producono emozioni di paura; tra i diversi pensieri ricordiamo quello di avere un esito negativo,  di deludere gli altri (genitori, amici, insegnanti), di ricevere giudizi negativi in relazione alla prestazione eseguita; di vivere un basso sentimento di autostima (correlato alla’esito della prova) e  di credere che solo voti eccellenti possono farci avere una carriera eccellente.

COME SUPERARE LA PAURA?

1) Cerchiamo di confrontarci con le persone a noi più vicine ed importanti (genitori, amici) rispetto alla nostra paura di deluderle, quindi chiediamo praticamente cosa penserebbero loro se i nostri esami andrebbero male, mediocri o bene;

2) Ricordiamo a noi stessi che seppur importante è comunque un esame e non necessita di sforzi sovrumani;

3) Cerchiamo di essere più realisti rispetto alla correlazione voti eccellenti/carriere professionali eccellenti

4) Introduciamo attività ludiche alle nostre giornate di studio

5) Riposiamo 8 ore a notte per abbassare il cortisolo (se in eccesso abbassa la nostra concentrazione/attenzione)

6) Beviamo tanta acqua e mangiamo leggeri ma 5 volte al giorno

Queste sono solo alcune tattiche necessarie per una gestione funzionale dell’ansia anticipatoria. Tuttavia, se nonostante l’attuazione delle stesse non riesci ugualmente a gestire gli stati ansiosi, puoi contattare un professionista per dare maggiore attenzione alla tua sofferenza.

Dott.ssa Laura Caimi